Divinum Tremens


Il mio primo progetto da solista come compositore e interprete.

Formato da un totale di quattordici piste, undici temi, due interludi e un postludio, frutto di oltre tre anni di processo creativo.

 Sala Luis Galve

Sono tutte composizioni originali registrate nella Sala Luis Galve dell’Auditorio di Saragozza su un piano Steinway and Sons a coda lunga, un lusso che ha innalzato l’esperienza fino a limiti difficili da immaginare. Non vedo l’ora di ritornarci.

 

Credo che ogni tema sia l’estensione di una persona, un processo quasi alchimistico dove le esperienze e gli stati d’animo si trasformano in melodiche luci e ombre della vita.

 

Come ascoltatore toverai un disco vicino, quasi come se tu fossi seduto a lato del pianista, percependo le vibrazioni gravi e acute proprio come se tu suonassi.

 

A livello concettuale troverai una riflessione sulla vita, il ciclo vitale dell’essere umano e il ruolo che gioca la creatività nella nostra esistenza, nella nostra capacità di adattazione al mezzo e la nostra ricerca della felicità..

Credo che nella creatività si trovi il cammino che conduce alla pienezza, è nella nostra natura trasformare l’ambiente a immagine e somiglianza di quello che sogniamo.

Questo è il mio delirio, il mio Divinum Tremens.

José Craem